È il momento di formare il team!

Nella scelta del personale  da inserire in un team di lavoro, il titolare del centro estetico o il beauty manager si possono trovare davanti a due diverse esigenze: da una parte quella di formare lo staff da zero e dall’altra quella di integrare solo alcune figure professionali in un gruppo già collaudato.

Siete alle prese con la scelta del personale da in-serire nel vostro nuovo istituto? Dovete sostitui-re una figura professionale all’interno del vostro staff?  La prassi vuole che il personale venga scelto in funzione delle sue competenze tecniche. “Dal punto di vista teorico- afferma William Fiorani, Area Manager della Lombardia di Beauty Training - è sicuramente la cosa migliore da fare, ma in pratica andrebbero scelte non tanto le operatrici professionali più brave in assoluto ma quelle che dimostrano di avere obiettivi personali in comu-ne con il titolare”.
Nei corsi organizzati da Beauty Training insegnia-mo a valutare soprattutto la parte comportamenta-le. Il primo consiglio consiste nel chiedersi qual è il livello di competenza che si sta cercando. Appren-dista, stagista, responsabile, estetista esperta? Una volta individuato il livello richiesto, è consigliabile selezionare almeno 6/8 candidate, a questo punto dato per scontato il livello tecnico, si devono valu-tare le caratteristiche comportamentali o valoriali in comune con il titolare.

UNA RICERCA ARTICOLATA
“Se si sta cercando una persona che oltre a fare trattamenti in cabina sia anche portata per ven-dere servizi e prodotti - spiega l’intervistato - è inutile cercarla in quella che, nel metodo In-sight, è considerata la tipologia di colore ‘ver-de’, cioè molto introspettiva, molto accogliente ma, magari, poco comunicativa. In questo caso, si avrà bisogno di una persona estremamente determinata, comunicativa che abbia voglia di raggiungere l’obiettivo prefissato, estremamente concreta, che corrisponde, quindi, alla tipologia del profilo ‘rosso’”.
Se al contrario si sta cercando una receptionist, le caratteristiche dovranno essere diverse. “Per noi - prosegue Fiorani - la receptionist dovrebbe essere molto comunicativa, molto espansiva e spigliata ma anche organizzata, deve saper accogliere e deve saper gestire il telefono”.
Sarebbe importante assicurarsi, come spiega il manager di Beauty Training, che all’interno della squadra di lavoro, siano presenti tutti e quattro i colori principali, in modo tale che il gruppo possa diventare realmente una squadra.
“La cosa migliore sarebbe aver un gruppo eteroge-neo dal punto di vista comportamentale che con-divida lo stesso obiettivo e abbia valori simili. Staff molto omogenei dal punto di vista comportamen-tale, di solito, non sono troppo performanti e sono più difficili da gestire”.
A maggior ragione se la necessità è quella di in-tegrare solo qualche singola figura professiona-le, bisogna avere ben chiaro che va inserita in un gruppo che ha già delle regole. Quando si fa la se-lezione è necessario valutare in che modo quella persona si potrà integrare con le altre personalità, già presenti all’interno del team.

FISSARE RIUNIONI PERIODICHE
È importantissimo fare riunioni di breve durata, minimo mezz’ora e al massimo un’ora con ca-denza fissa, per esempio una volta a settimana, durante le quali si danno obiettivi, si scambiano idee, si possono esternare difficoltà o paure.
“Il mio consiglio, quando si indice una riunione, è quello di avere ben chiaro l’ordine del giorno, è necessario decidere fin da subito alcune cose: l’ora di inizio, la durata, i punti da trattare (che devono essere al massimo 3 o 4)”.

TEAM SODDISFATTO
Si può parlare di un team soddisfatto quando il titolare sa far valere la sua leadership, cioè detta le regole e le fa rispettare, non tanto perché è auto-ritario, ma perché le regole sono state condivise fin dall’inizio.
Uno staff, inoltre, deve essere giustamente mo-tivato, ma in che modo? “Dare degli incentivi è fondamentale, l’importante è che questi non ven-gano dati ‘ad personam’, ma a tutto il gruppo, perché sono stati raggiunti determinati obiettivi. L’incentivo funziona se le persone sanno di aver-lo meritato, per esempio un bonus al raggiungi-mento di un obiettivo di incasso predefinito, da dividere poi tra i membri del team”. 

:: di Sabina Rosso


 


L'articolo completo e ulteriori approfondimenti li trovi sulla rivista BEAUTY PLAN

Care amiche, in questo numero voglio affrontare un tema sempre molto discusso, quello dei...

LEGGI TUTTO...

Il massaggio proposto dall’Accademia Oligenesi, grazie a contaminazioni orientali e tecniche...

LEGGI TUTTO...

Prosegue la nostra rubrica in cui affrontiamo passo dopo passo, tutte le tappe che portano alla...

LEGGI TUTTO...

Care amiche, ben ritrovate! In questo articolo vi voglio parlare di un composto super utilizzato...

LEGGI TUTTO...

A.Me. Academy, nata come scuola di formazione professionale per estetiste, ha una sola mission:...

LEGGI TUTTO...

Come nasce un cosmetico? Come si distingue un prodotto di qualità?  Come scegliere la linea con...

LEGGI TUTTO...

Professione: estetista ospedaliera, un sostegno per quanti hanno subito un intervento chirurgico e...

LEGGI TUTTO...

SEA Superior ExpertBeauty Academy è un’accademia di formazione professionale certificata che...

LEGGI TUTTO...

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 


 
 

 


 

 


 

 
 
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze.
Clicca su APPROVO per continuare la navigazione