BEAUTY RECEPTIONIST

Una figura fondamentale all’interno del centro estetico che deve essere  in grado di svolgere compiti specifici e di coadiuvare il lavoro delle operatrici professionali in cabina

“L’attività principale della beauty receptionist- esordisce Massimo Bigi, trainer della sede Beauty Training di Emilia Romagna e Toscana- è quella di gestire l’agenda, anche se molti pensano che il suo ruolo sia soltanto di accoglienza dei clienti. Gesti-re l’agenda vuol dire essere in grado di ‘riempirla’. Quindi non solo fissare e spostare appuntamenti, ma anche contattare la banca dati tramite telefono per fare in modo, con strategie definite insieme ai titolari del centro, che le clienti, attive o potenziali, acquistino nuovi prodotti/servizi. In realtà, la re-ceptionist ha un ruolo importantissimo che è quel-lo di essere capace di gestire il telefono: il che signi-fica gestire le telefonate sia in entrata sia in uscita, per chiamare tutti i contatti presenti in banca dati e fare in modo che il centro sia sempre pieno di appuntamenti”.

IL SAVOIR FAIRE
È fondamentale che la persona che svolge l’attività di beauty receptionist sia in grado di fare il proprio lavoro in autonomia. Quindi deve essere formata adeguatamente per fare telefonate, gestire l’agenda, ed eventuali liste d’attesa, spostare/confermare ap-puntamenti, tutto da sola. È importante, inoltre, che sappia come parlare a una cliente, cosa dirle, come gestire la situazione di volta in volta.
“Uno dei problemi che si possono riscontrare nei centri estetici è che la receptionist interrompa fre-quentemente il lavoro in cabina, con richieste di vario tipo, perché non è in grado di prendere decisioni in autonomia. Il valore di questa figura profes-sionale, invece, si esprime al meglio proprio quando la persona è autonoma e responsabile ed è di sup-porto all’attività del team che lavora in cabina”.

CANDIDATO IDEALE
Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere chi si occupa di accoglienza e di rapporto con i clienti? “Innanzitutto per svolgere in modo otti-male le attività che competono alla beauty recep-tionist, è necessario che la persona sia cordiale, comunicativa, educata ed espansiva. Deve avere sempre il sorriso sulle labbra, anche quando è al telefono. Ovviamente ci sono anche caratteristi-che organizzative – puntualizza Massimo Bigi - quindi deve essere spigliata al telefono e non deve avere timore di chiamare le potenziali clienti. Deve essere, inoltre, molto organizzata e ordinata e non trascurare nemmeno la predisposizione a utilizzare strumenti tecnologici. Cioè deve saper gestire smartphone, tablet, PC e deve saper usare un programma gestionale, piuttosto che un’agen-da cartacea”.

MA COME BISOGNA RELAZIONARSI CON LA CLIENTE FINALE?
La figura professionale che si occupa di accoglienza deve essere educata, disponibile e con sorriso sulle labbra; al telefono deve essere in grado di trasmet-tere la bellezza di entrare in un centro estetico. “Per svolgere al meglio i suoi compiti deve essere in grado di comunicare, di farsi capire e soprattutto non deve parlare in dialetto, è una regola banale però è importante saperlo. Anche se ci sono persone naturalmente più portate di altre, si può imparare, attraverso una formazione mirata a essere spigliati al telefono”.

UN NUOVO CONCETTO DI ACCOGLIENZA
Oggi il concetto di accoglienza è più ampio, ri-spetto a qualche anno fa, e se da un lato significa sempre far sentire la cliente a proprio agio, dall’al-tro comporta anche la buona conoscenza e l’utilizzo di strumenti tecnologici. Tra i vari compiti della receptionist, infatti, oltre ad accogliere i clienti che entrano nel centro, stare alla cassa, gestire l’agen-da, c’è anche la gestione della pagina facebook e l’utilizzo di WhatsApp e sms per mandare inviti, memo per gli appuntamenti, promozioni, ecc. “Negli ultimi anni la clientela è cambiata radical-mente – afferma l’intervistato - oggi il mercato è più ampio, c’è molta concorrenza, perciò an-che saper impostare e gestire una campagna su facebook aiuta a portare nuovi clienti. Più la re-ceptionist è in grado di gestire in modo efficace la comunicazione con i contatti presenti in agen-da, maggiore sarà il livello di fidelizzazione della clientela femminile e maschile”.

UN RUOLO STRATEGICO
Un ruolo che si è evoluto negli ultimi anni, facen-do convergere sulla figura professionale della beau-ty receptionist una quantità di compiti veramente ampia e di grande importanza per il buon funzio-namento del centro estetico. Per questo anche la ricerca della persona più adatta a ricoprire questo ruolo richiede un’attenta valutazione di compo-nenti diverse, comportamentali e caratteriali.
“Tendenzialmente i nostri colloqui di selezione si svolgono in gruppo – conclude Bigi - proprio per poter valutare quanto le persone sono spigliate in mezzo agli altri. Durante la selezione testiamo an-che la loro capacità di parlare al telefono, facendo chiamare un possibile cliente oppure simulando una telefonata”.  

di Barbara Regis


ABBONAMENTO RIVISTA BEAUTY PLAN

L'articolo completo lo trovi su BEAUTY PLAN di maggio. Scopri la promozione abbonamento a te riservata!


 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 


 
 

 


 

 


 

 
 
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze.
Clicca su APPROVO per continuare la navigazione